top of page

Video a cartoni animati?

In concomitanza con l'ennesima richiesta di un video a cartoni animati, pervenutami da potenziali clienti che, una volta visto il preventivo e i tempi d'esecuzione, sono sbiancati 😱, ho deciso di scrivere un articolo su questo argomento – e magari di farci anche qualche video, se ne avrò il tempo...


Cartoni animati video, Elia Cristofoli illustratore e animatore 2D

Solita domanda: quanto costa un video a cartoni animati, e quanto tempo occorre per realizzarne uno?


Se pensate di cavarvela con un millino, lasciate perdere. Oppure andate su Fiverr che, anche per molto meno, vi sforna vagonate di videazzi da «povery», come si suol dire, tutti ugualmente vomitevoli. 🤮

Ma se la vostra intenzione è di promuovere voi stessi, un prodotto, un'azienda, o un evento con un video pensato e realizzato ad hoc, ma soprattutto unico, e in quanto tale capace di distinguersi, allora è bene che consideriate quanto segue.


Esempio

Per realizzare un video di due minuti completamente in cartoon, occorrono almeno – e sottolineo almeno quattro professionisti, quali un disegnatore, un inchiostratore, un animatore e un montatore video. In realtà, per fare le cose come dio comanda, servirebbero un altro paio di disegnatori e di animatori, un sound designer, uno studio di doppiaggio... Ma restiamo sul low-budget e manteniamo l'idea di quattro professionisti.



«Professionisti» è la parola chiave


Chiunque abbia investito la sua esistenza per imparare e per specializzarsi in una professionesacrificando la propria vita al Girone della Partita IVA – se permettete, ha tutto il diritto di farsi pagare per i suoi servigi, in base al valore che egli/ella dà al proprio talento. Anche perché, viviamo anche noi nello stesso paese capitalista, fondato sul lavoro e sui «schei».

E non importa se «ma dai Elia, ci metti cinque minuti». Una volta per tutte, non si pagano i cinque minuti, bensì i vent'anni di esperienza maturati per poterci mettere cinque minuti. Altrimenti, andate pure dal primo novellino di Instagram che ci mette sei settimane per sfornare una cafonata accademica, sarà solo la vostra comunicazione a rimetterci. 🤷🏻‍♂️



Come funziona


Un illustratore professionista ha un proprio cachet, che cambia a seconda di centomila variabili. È un disegno per la pizzeria da Bruno? Ha un valore commerciale di, che ne so, 500 €. È una locandina per la Nike? Data la diffusione massiva, ha un valore commerciale di almeno 30 volte tanto. E così il cachet di un inchiostratore, di un animatore 2D, di un animatore 3D, di un sound designer, e compagnia bella. Non ho mai lesinato sul lavoro dei collaboratori, e ho sempre cercato di rispettare tutte le quotazioni, chi ha lavorato con me lo sa. Perché tutte queste abilità (e molte altre in realtà) messe insieme formano un team in grado di produrre qualcosa di alto livello e completamente originale.


Sotto: video del 2005 realizzato per Adriano Celentano, fa parte di una serie di spot per la RAI. Si tratta di un mix tra interpolazioni 2D e animazioni 3D. È roba vecchia, per carità, gli stili sono cambiati e le macchine sono più potenti, ma il flusso di lavoro è sempre lo stesso. Costo del lavoro? Non ne ho idea, ma dato quanto pagarono me, suppongo tanto... Oggigiorno i costi sono considerevolmente più bassi.


Cos'era la seconda domanda? Ah già, le tempistiche.

Dunque, ipotizziamo il solito video cartoon di due minuti. Con la tecnica tradizionale dell'onion skinletteralmente "buccia di cipolla", quindi disegno per disegno fino a realizzare un movimento – occorrerebbero almeno 12 disegni per fare un secondo. Pertanto, per raggiungere i due minuti occorrerebbero ipoteticamente 1440 disegni. Dico ipoteticamente perché alcune dinamiche vengono spesso ovviate con tecniche computerizzate. Ma fossero anche la metà, 720, sarebbe comunque uno sbattimento immane, che costringerebbe il disegnatore a fare almeno 12 disegni al giorno per due mesi, con buona pace per i weekend, per la vita sociale e addio amore mio ti ho amato tanto...


Sotto: video realizzato per la band svedese The Night Flight Orchestra, con tecniche miste, onion skin e rotoscoping incluse:


Infatti, produzioni televisive a parte, la tecnica dell'onion skin è utilizzata col contagocce. Nei miei video animati, potete vedere solo alcune scene in animazione tradizionale, ma non certo tutto il video.

D'altra parte, con l'animazione "al computer", per dirla ai profani, 2D o 3D che sia, i tempi potrebbero diminuire di circa un terzo. Ma per compensare la mancanza di disegni per i movimenti di interpolazione, occorrono un paio di animatori professionisti in più, i quali costano circa 400 € al giorno. A conti fatti, cambia poco. E così un montatore video e un sound designer. Nel mio caso, sono io il montatore dei video video animati che produco, ma solo perché fa parte delle mie abilità, maturate in decadi di esperienza. Posso ovviamente scontare qualcosa, ma il tempo che impiego a montare un video è uguale al tempo che impiegherebbe un qualsiasi altro professionista del mio stesso livello.


Sotto: video realizzato per i Soilwork, tecniche miste, 3D incluso:


Dopodiché, ci sono anche metodi per risparmiare, a cominciare dal mitologico mio cugggino, rigorosamente con tre g, o dal ragazzino fresco di superiori, al quale mancano anni di esperienza e quindi non ha senso che ve li metta in conto, fino alle intelligenze artificiali, alcune delle sono capaci di generare video così orrendi che nessuna ignoranza naturale potrebbe mai concepire. 😅


In verità vi dico che la AI le utilizziamo anche noi professionisti, da almeno vent'anni, perlopiù software sofisticatissimi (e costosissimi) che ci aiutano nel flusso di lavoro. Ma nessuna di queste AI può leggere nei nostri cervelli, altamente preparati nelle rispettive materie, e generare ciò che abbiamo in mente esattamente come ce l'abbiamo in mente. Nossignori, per farlo, occorre mettere in pratica i nostri talenti. Poi chissà, magari un giorno le AI riusciranno a leggerci nella mente e a materializzare video da paura, con tanto di movimenti di macchina e inquadrature come solo un regista può pensare. Ma per il momento, quel giorno è ancora lontano. Molto lontano. È più facile che si prospetti un'AI come questa:



Per chiudere, se avete in mente di promuovere qualsiasi attività con un video animato personalizzato, vi do qualche dritta da tenere a mente:

  1. Preparatevi a un budget medio-alto, nettamente superiore al buon vecchio millino, che non rappresenterebbe nemmeno l'acconto. Non si tratta di un videomaker che esce a fare il reportage di un evento, qui si parla di tot professionisti al vostro servizio per tot mesi.

  2. Muovetevi per tempo. No ai video dell'ultimo minuto, che possono starci nel videomaking, ma non nell'animazione. Ribadisco che per il solito video da due minuti, i lavori dovrebbero iniziare almeno due-tre mesi prima, affinché abbiate tutto il tempo di controllare e aggiustare il tiro. Pena, la qualità delle animazioni e l'impraticabilità di ogni eventuale modifica.

  3. Affidatevi a professionisti, non a sedicenti tali. Consultate i loro curriculum, i loro portfolio e setacciate i loro sito web (ammesso ne abbiano uno), ma soprattutto assicuratevi che abbiano una Partita IVA, così potrete scaricare l'intero lavoro come spesa pubblicitaria. In caso contrario, diventerete matti con ritenute d'acconto al limite della legalità, senza poter nemmeno trarne vantaggio fiscale, anzi... 🤦🏻‍♂️


In questa GIF, un esempio di movimento in rotoscoping, vale a dire che è stata eseguita una ripresa video di una ragazza che fa questo movimento, dopodiché è stata ridisegnata, fotogramma per fotogramma. Il risultato è un movimento fluido e pulito, con un tratto perfetto.




42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Humans VS AI

bottom of page