top of page

SPAM SPAM SPAM!


Monty Python SPAM sketch

Sapete da dove viene la parola SPAM?

Se credete sia un acronimo, vi sbagliate. Anche se qualcuno ne ha inventati un paio, tipo Sending and Posting Advertisement in Mass, o Simultaneously Posted Advertising Message. Simultaney-cosa? 🤨


Naah, il termine deriva da un vecchissimo sketch dei Monty Python, il mitologico gruppo britannico specializzato in comicità demenziale e satira ultra-tagliente. In quello sketch, una cameriera (Terry Jones) mitragliava la parola «SPAM» a una coppia di anziani (Eric Idle e Graham Chapman), quale unico ingrediente di tutte le pietanze della tavola calda. Già, perché, udite udite, SPAM non è altro che una marca di prosciutto in scatola. Qualcosa di così raccapricciante che solo gli Inglesi hanno il coraggio di introdurre nel loro organismo. Ma a raccontarlo così, non fa ridere. Vorrei tanto mostrarvi lo sketch originale, ma sul Tubo c'è solo in qualità pessima e mi rifiuto di linkarlo, ve lo cercherete voi se ne avrete voglia. Pertanto, ecco una rivisitazione teatrale di "recente" fattura, coi Monty Python un po' in là con l'età, ma pur sempre in gran forma. 😅


Ed ecco una delle numerose GIF da Giphy:



In definitiva, nell'era digitale, qualcuno ebbe la brillante idea di associare il termine «spam» al concetto di pubblicità non richiesta. Se ci pensate, è un'associazione di idee davvero geniale. Anche se mi ma sempre lasciato perplesso il concetto di «pubblicità non richiesta». Tutta la pubblicità non è richiesta. Se la gente chiedesse la pubblicità, non ci sarebbe certo bisogno di farla. 🤔


SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM




33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page